La Post-Produzione, questa sconosciuta

Molti sono totalmente avversi a Photoshop e altri software di post-produzione. Questo perché solitamente si pensa che chi fa uso di post-produzione non sia capace di ottenere buoni scatti in camera durante i propri Servizi Fotografici.

Questo non è assolutamente vero in quanto la post-produzione è un aiuto per i Fotografi professionisti, una fase successiva allo scatto, che la tecnologia moderna ci dona, è parte integrante del digitale. Altrimenti avrebbe davvero poco senso scattare in RAW, se non potessimo toccare gli scatti subito dopo.

A cosa è utile la post-produzione?

La post produzione è utilissima nel caso scattiate in RAW. In questo caso, potrete operare tutte le correzioni che vorrete, senza danneggiare la qualità originale della foto (cosa molto più probabile operando su un file JPEG).

Scattando in RAW, tramite software come Photoshop o Lightroom potrete correggere diversi valori, tra cui quelli relativi alle luci e alle ombre, al livello del bianco e del nero, il bilanciamento del bianco, tonalità, saturazione, esposizione, contrasto, rumore, nitidezza e altro ancora.

Agendo su parametri come luci e ombre, potrete recuperare scatti apparentemente rovinati, attenuando le luci troppo “bruciate” e tirando fuori alcuni dettagli dalle zone troppo in ombra.

Gestendo il bilanciamento del bianco, potrete rendere i colori della foto più vicini possibile a quelli reali, che potrebbero risultare sfalsati a causa dell’illuminazione della scena.

Lavorando su parametri come Contrasto, Tonalità e Saturazione, potremo rendere più vivi o più “spenti” i colori della foto, secondo i nostri gusti e secondo l’effetto che vogliamo ottenere.

Utilizzando le opzioni relativi alla riduzione del rumore, potremo in parte mascherare gli effetti di valori ISO troppo elevati, rendendo più pulite le immagini mentre, con la nitidezza, potremo rendere più definiti i contorni dei soggetti della foto, a scapito però di un rumore leggermente superiore.

La post-produzione per essere creativi

Postprodurre non significa solo migliorare i propri scatti dal punto di vista dei parametri che abbiamo appena visto. Saper utilizzare a proprio vantaggio la post-produzione, ci permette anche di ottenere effetti creativi come bianchi e neri selettivi, particolari sfocature e tanto altro ancora che renderanno i nostri scatti unici e particolari.

In definitiva, non temete i software di Fotoritocco. Sono vostri amici e sono una potente arma nelle mani di chi li sa utilizzare. Come al solito il consiglio è lo stesso: sperimentate ancora e ancora, fino a trovare il vostro stile e l’espressione della vostra creatività.